C’era una volta… in Germania lungo la “Strada delle fiabe”

C’era una volta… in Germania lungo la “Strada delle fiabe”

Da Hanau a Brema sulle tracce delle fiabe dei fratelli Grimm

C’era una volta un viaggiatore innamorato delle favole che ogni sera addormentava i suoi piccoli con le avventure di Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel, il Gatto con gli stivali e Biancaneve. Sognava spesso di visitare quei luoghi incantati e un giorno scoprì che era davvero possibile. Davvero? Ebbene la risposta è sì, davvero.

La Strada delle fiabe (Deutsche Maerchenstrasse) è un itinerario realmente esistente che si snoda da Hanau a Brema per circa 650 chilometri e che in 70 tappe permette di ripercorrere i luoghi di vita, studio e lavoro dei fratelli Grimm. Un  modo davvero inusuale e divertente per scoprire la ricca storia e la cultura di questa parte della Germania che ha fatto da sfondo alle fiabe di Jacob e Wilhelm.

Fondato nel 1975 questo itinerario parte proprio da Hanau (città natale dei celebri fratelli) e dopo essersi lasciato alle spalle il monumento che ne celebra l’arte e la creatività, prosegue lungo città e borghi pittoreschi come Marburgo, Gottinga e Steinau, dove si trova la casa in cui Jacob e Wilhelm passarono la propria infanzia (“un’infanzia bella, i cui ricordi restarono indimenticabili per tutta la vita”, secondo le loro stesse parole). Qui, nella piazza del mercato, di fronte al Comune, dove spesso si trovavano per giocare si può ammirare la “fontana delle favole” a loro dedicata.

La Deutsche Maerchenstrasse è adatta a tutti i tipi di viaggiatori poiché può essere percorsa in camper, automobile o piste ciclabili e offre un’ampia scelta di alloggi, siano essi campeggi, B&B e alberghi per tutte le tasche. Tra le tappe più significative che la compongono non si può non suggerire un passaggio a Oberweser (con le sue tipiche casette a graticcio) che fa da sfondo alle avventure del gatto con gli stivali e a quelle di Biancaneve.  Immancabile poi un salto nel Castello di Trenbdelburg dove si trova la Torre di Raperonzolo o nella foresta di Schwalmstadt tanto cara alla dolce Cappuccetto Rosso.

Non si può mancare ovviamente un passaggio ad Hameln, la famosa città che il talentuoso Pifferaio magico liberò dai topi nella celebre fiaba e che in ogni suo angolo ricorda al visitatore questa eredità.  E naturalmente non si può non chiudere il viaggio con Brema e con il ricordo dei suoi musicanti raffigurati nella statua di bronzo posta nella piazza del mercato della città. Asino, cane, gatto e gallo, l’uno sulle spalle dell’altro, ricordano al visitatore l’importanza di non abbattersi di fronte alle difficoltà e di fare della proprie diversità un punto di forza. A Brema, nella piazza del mercato ci si può divertire a scovare il “tombino musicale” dove, inserendo una monetina, sui può ascoltare il canto di uno dei quattro protagonisti.

Tra castelli incantati, musei dedicati e foreste stregate, la Strada delle fiabe ravviva i ricordi di infanzia dei grandi e solletica la fantasia dei più piccoli, restituendo un’esperienza unica e davvero interessante che fonde letteratura e voglia di viaggiare.

Qui tutte le info sulla Deutsche Maerchenstrasse.